Chi è Julia

Home » Chi è Julia

Ha scritto di sé

Sono una persona poco seria. Nel senso che non mi prendo mai troppo sul serio. Ragion per cui stento a riconoscermi nei panni del memorialista. Lo so che, come vuole Solženicyn, a 86 anni è tempo di aggiungere la propria tessera al mosaico della storia, e so anche che è un dovere per chiunque si sia lasciato una vita alle spalle: non sia mai che la scrivano i vincitori, la storia, e la travisino.

Scrivi, scrivi!, mi ripetono a destra e a manca. Memento mori, mi vien fatto di pensare. Del resto, lo desideravo e me l’ero ripromessa un sacco di volte, però il tempo non bastava mai, tra due università in città diverse (altrimenti come facevo a campare?), i manuali, i dizionari, le traduzioni… Estate e inverno, senza requie.

E ancora: Oggi e Domani – per quanto striminzito possa essere quest’ultimo – mi interessano più di Ieri.

                                                        (da Post Scritpum, Memorie o quasi)

La sua storia

1917

La Nascita

25 agosto, nasce a Nižnij Novgorod (URSS).
1931

Gli Studi

Si trasferisce a Leningrado con la famiglia. Lì frequenta la Facoltà di Lingue straniere.
1938-39

La Spagna

Giovanissima, viene mandata in Spagna con le Brigate internazionali in veste di interprete.
1940-44

La TASS

Lavora a Mosca per la TASS, sezione stampa internazionale.

Il Lager

1944, viene arrestata. Sarà liberata l’anno seguente e riabilitata nel 1955.
1956-65

L' Italiano

Insegna Italiano al MGIMO, l’Istituto universitario per le relazioni Internazionali di Mosca. Inizia anche a tradurre dall’Italiano: De Sanctis, Sciascia, Moravia, Parise, Rodari, Venturi e tanti altri. Nel 1964 esce il suo “Corso pratico di Lingua italiana”.
1970

La Traduzione

Viene accettata presso l’Unione degli Scrittori dell’URSS, sezione Traduttori.
1976 e 1987

I Premi

Vince il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
1982

Addio URSS

Lascia per sempre l’URSS grazie a un matrimonio combinato. Da allora insegna russo in diverse università italiane (Trento, Trieste, Venezia, Milano), pubblica manuali e il suo Dizionario, traduce e insegna a tradurre dal russo.
2016

La Morte

Il 25 luglio, ci lascia. Prematuramente, per quanto possa sembrare strano.